Slot e videolottery il lato positivo del gioco

Slot e videolottery il lato positivo del gioco

Ludopatia, problemi di dipendenza dalle videolottery, gioco problematico… quando si parla di azzardo lo si fa molto spesso in termini negativi. Ma il mondo del gioco d’azzardo ha anche un altro volto, che ha effetti positivi sulle vite delle persone. Non stiamo parlando semplicemente del lato dilettevole della pratica del gioco. Di certo una partita a una vlt online o fisica provoca momenti di svago e relax, e se si riesce a vincere, anche di pura gioia. Ciò di cui vogliamo parlare sono gli effetti positivi del gioco sul territorio, sull’economia e sulla vita delle famiglie.

La CGIA di Mestre, l’Associazione Artigiani e Piccole Imprese ha diffuso un report sul comparto del gioco, approfondendolo da un  punto di vista economico. Nel “Percorso di studi sul settore dei giochi in Italia” è stata prestata particolare attenzione alle videolottery e agli altri apparecchi fisici con vincite in denaro. Questo studio si basa sui dati ufficiali e offre un quadro molto completo del settore, evidenziandone diversi lati positivi per l’economia. Come si può immaginare quello delle slot e delle videolottery in Italia è un comparto che coinvolge molte aziende e operatori diversi. Accanto ai gestori delle sale di slot e vlt infatti, vi sono i produttori degli apparecchi o gli importatori, i distributori e i manutentori. Senza contare le aziende con core business diverso, ma che comunque ospitano vlt e slot machine.

videolotteri in un centro

Videolottery e occupazione: i lavoratori del comparto

Lo studio si riferisce ai lavoratori impiegati nel settore del gioco “terrestre” quindi non stiamo considerando qui videolottery o vlt online. La ricerca si basa sui dati camerali, ma si può dedurre che la realtà sia anche più ampia di quanto si evince da tali dati. Molto spesso infatti operano nel settore e nell’indotto aziende con codici camerali diversi. Considerando le aziende direttamente coinvolte, scopriamo al primo posto la Lombardia che ospita 346 sedi di imprese. È seguita da Lazio, Veneto e Campania. La provincia in cui c’è la maggiore concentrazione di imprese del settore è Roma, con 149 sedi.

Ma quanto lavoro dà il settore dei giochi e delle vlt in Italia? Secondo i dati proposti sono più di 56 mila gli occupati sostenuti dal settore AWP e VLT in Italia. In questa cifra non vengono considerati gli occupati dei concessionari. Per quanto riguarda la localizzazione di questi lavoratori, si evidenzia una concentrazione molto alta, più di 20 occupati su 100 mila abitanti in alcune zone. Si può individuare una fascia che va da Roma, passa per Chieti, Frosinone, Isernia, Pescara, Teramo, fino ad Ancona. Un’altra fascia a elevata occupazione nel settore comprende le province di Verona, Rovigo, Mantova, Ferrara.

Le entrate prodotte dalle VLT in Italia

Il settore del gioco d’azzardo è gestito dallo Stato, ne deriva che la tassazione imposta genera entrate rilevanti. Ebbene, il 60% del gettito del comparto del gioco è imputabile alle AWP e alle VLT in Italia. Come influisce questo sulla vita delle famiglie? Un esempio può rendere l’idea. Se venisse meno il gettito che deriva dalle videolottery, e si dovesse rimpiazzarlo, ogni famiglia dovrebbe versare 243€ in più di tasse l’anno.

Tutto questo quadro si riferisce chiaramente al gioco d’azzardo lecito. Si tratta di un comparto altamente controllato, non solo dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Nei controlli sono impegnati sia la Guardia di Finanza, sia la polizia amministrativa locale. La legalità del comparto del gioco è fondamentale, e infatti circa 1/3 degli esercizi che propongono slot e vlt sono stati controllati nel 2017. Legalità vuol dire sicurezza del gioco a tutti i livelli. E il gioco sicuro è l’unica possibilità per vivere questa attività in modo sano e divertente.